Progettare un giardino: tutte le fasi

Il giardino è una vera oasi di pace, dove rintanarsi in solitudine per riflettere o trovare ispirazione; è anche un momento di aggregazione, per trascorrere dolci momenti in compagnia degli amici o degli affetti più cari.

Il giardino è lo spazio della casa più versatile, che ben si presta a diverse interpretazioni e utilizzi. E per chi ama la natura è una valvola di sfogo: dedicarsi al bricolage, all’innaffiatura delle piante, alla cura dei fiori è di gran lunga più rilassante e soddisfacente di una seduta presso lo psicologo. Per questi motivi, progettare il giardino in ogni suo aspetto è molto importante per valorizzarne i punti di forza e per ricavare tanti angoli differenziati in funzione dell’utilizzo che principalmente gli si vuole dare.
Ci sono tanti accorgimenti che si possono adottare per rendere il giardino una piacevole e vivibile area di benessere, senza dover sacrificare molto tempo libero. E non fa molta differenza che il giardino a disposizione sia molto grande, anche un piccolo spazio verde, una terrazza, possono essere decorati nel modo migliore e offrire tante possibilità d’uso. Anche sotto il profilo economico, è certo che si possa riqualificare il giardino di casa spendendo poco.
Ecco una serie di consigli utili su come progettare il giardino della nostra abitazione, da valorizzare in base alle diverse abitudini quotidiane.

Prima regola: elaboriamo un piano.

Proprio così, come per la maggior parte delle attività della nostra vita anche l’organizzazione dello spazio aperto di casa necessita di un progetto. Questo consentirà, infatti, di studiare una strategia per ottimizzare gli spazi, farsi un’idea di ciò che si desidera maggiormente realizzare in giardino e, soprattutto, redigere una sorta di lista della spesa. Piante, complementi d’arredo, alberelli, recinzioni, oggettistica: tutti elementi che sarebbe meglio non comprare random ma con un’idea ben precisa. Il risparmio, in questo modo sarà assicurato. Se non ce la sentiamo di imbatterci da soli nella progettazione del nostro giardino possiamo rivolgerci a dei professionisti del settore, che ci aiuteranno a concretizzare i nostri desideri ed esigenze per un giardino perfetto. Potreste rivolgervi ai professionisti di 3D Garden Studio per un risultato garantito.
Ma quali sono gli elementi da sviluppare nel nostro progetto per lo spazio verde? Innanzitutto curiamo i confini della casa, ci aiuterà ad avere bene in mente qual è lo spazio confinato a nostra disposizione. Chiediamoci se desideriamo ricavare un ambiente più intimo rispetto ai giardini dei nostri vicini o se piuttosto vogliamo valorizzare un punto panoramico. Se vogliamo realizzare delle alte siepi per adornare i muri di confine facciamo attenzione a che effetto vogliamo ottenere. Ci sono, infatti, notevoli differenze tra le sempreverdi o le caducifoglie, sia sotto il profilo estetico che della manutenzione. Le prime, si deduce, necessitano di minore manutenzione mentre le seconde si mostrano più versatili e reagiscono molto bene ai tagli. Inoltre, queste ultime ci regalano splendidi colori dalla primavera fino all’autunno ma rimangono spelacchiate durante il periodo invernale. Andiamo a dosare l’altezza, enfatizzando eventuali punti panoramici creando delle finestre più ampie nel verde.

Step successivo

Lo step successivo è immaginare dei percorsi e delle aree di sosta e ristoro. Questo ci consentirà di ricavarne poi le parti verdi. I percorsi possono essere trattati in tantissimi modi: possiamo decidere di pavimentarli con una pavimentazione effetto pietra naturale o con dei listoni in legno da esterni, oppure possiamo orientarci verso una soluzione più simile ad un giardino zen, con singole basole in pietra poggiate direttamente sul terreno e distanziate tra di loro a formare i percorsi. Negli spazi verdi sarebbe carino ricavare un piccolo orto, in cui piantare e coltivare ortaggi di stagione oppure piante ed erbe aromatiche. Possiamo ancora optare per una piscina, non necessariamente troppo grande, oppure ricavare uno specchio d’acqua o laghetto da abbellire con rocce e pietre, oppure con dei pesci e piante acquatiche. Magari con diverse quote per ricreare dei ruscelli e piccole cascate. Nei garden center e online troverete le attrezzature giuste per ricreare questi graziosi paesaggi. Possiamo abbellire i percorsi affiancandogli tante piantine con fiori colorati: primule, violette, ciclamini, margherite, begonie, e tante altre, tutte coloratissime. Oppure, nei climi più caldi e miti, con della sabbia e/o ghiaia e delle piantine grasse.

Dedichiamo poi all’arredamento delle aree di sosta e ristoro.

‘ molto importante avere delle zone di relax, dove poter trascorrere del tempo a leggere un libro, contemplare la natura, organizzare pranzi e cene all’aperto. Non potranno certo mancare un tavolo con delle panche o sedie per ricreare un’area pic-nic. I materiali ideali per il giardino sono certamente il legno, le fibre naturali come il rattan, ed il ferro battuto che ben si inseriscono nel verde e hanno una buona resistenza e durabilità. Riutilizziamo anche quei vecchi bancali che abbiamo in cantina, per creare degli arredi o delle fioriere artigianali per abbellire il giardino. Possiamo fare lo stesso con vecchi pneumatici, vecchi contenitori in disuso e molto altro ancora. Date libero sfogo alla fantasia e cercate degli spunti creativi su internet. Per ottenere delle zone di ombreggiamento per la stagione estiva possiamo acquistare un gazebo o un ombrellone apribile. Se avete molto spazio si può realizzare un pergolato su misura in legno o con delle corde, sul quale far crescere delle piante rampicanti per ripararsi dal sole durante l’estate. Le piante rampicanti più belle e più resistenti consigliate sono l’edera, il falso gelsomino, la passiflora, la vite e il plumbago. Allestiamo le aree ombreggiate con delle poltroncine o divanetti, ma anche con sdraio per rilassarsi, prendere il sole o bere un thè. Possiamo ricavare, poi, un’angolo barbecue. E’ possibile acquistarne uno già pronto in pietra e installarlo nel giardino, in una zona libera e non ostruita dalla vicinanza con altri immobili a cui potrebbe arrecare fastidio il fumo durante la cottura degli alimenti. Solitamente, sia per il pergolato che per il barbecue non vi sono autorizzazioni da richiedere, ma è sempre consigliabile chiedere maggiori informazioni all’Ufficio Tecnico del comune di appartenenza.

E poi, in ultimo, ci sono loro: le luci.

E’ importante creare l’atmosfera giusta quando inizia ad imbrunire. L’illuminazione del giardino è uno degli aspetti peculiari del giardino che consentirà di mettere in risalto degli scenari suggestivi, di dare profondità allo spazio, di ricreare interessanti contrasti cromatici, di segnare i percorsi con piccoli punti luce segna-passo. Ci si può orientare verso luci calde o fredde, in basse all’effetto che si intende ricreare. Luci calde dai toni giallastri sono più indicate per ambienti più campestri e per antiche cascine, casolari. Per giardini dal design più moderno conviene scegliere toni più freddi, tendenzialmente bluastri. Non solo: arricchiamo i percorsi con candele profumate, addobbiamo gli alberelli con tante lucine delicate e enfatizziamo gli spazi di ritrovo con file di lampadine a sfera.

Fonti:

No Comments Yet.

leave a comment