Progettare un giardino: accorgimenti estetici

Rispetta l’architettura della casa e dell’ambiente circostante:

Quando si progetta un giardino è sempre bene usare degli accorgimenti estetici per migliorarne l’impatto visivo. Si consiglia di partire sempre dall’analisi architettonica della casa, al fine di creare un ambiente che appaia come il prolungamento dell’abitazione verso l’esterno. Questo creerà un senso di forte connessione e unità in grado di stimolare piacevolmente i sensi durante la percezione d’insieme.

Lo studio dello stile e delle forme dovrà suggerire la scelta degli elementi vegetali e degli arredi. Ad esempio, un edificio di tipo moderno consentirà l’utilizzo di materiali come legno, vetro, metallo e piante quali bossi a sfera, graminacee in genere, siepi sagomate, bulbi e bambù.
Anche il contesto circostante ha una sua valenza ed influenzerà il tipo di giardino che si andrà a creare.

Un panorama di colline o linee ondulate ad esempio suggerirà l’adozione di curve morbide nelle aiuole e nei vialetti in modo da permettere al giardino di fondersi con il paesaggio. Al contrario in ambito urbano la presenza di spazi ridotti e palazzi dalle forme squadrate richiederà giardini dalle forme angolari e dal sapore contemporaneo.

Inizia sempre disegnando la forma generale del giardino:

Il trucco per realizzare un progetto dall’aspetto gradevole è quello di sagomare gli spazi esterni cercando di conferire loro una forma accattivante. La superficie dovrà contenere tutte le sotto zone di interesse: un’area destinata al relax, una per il barbecue, una per l’intrattenimento, una stanza segreta non visibile dalla zona di ingresso ecc. ecc.

Una volta realizzata la struttura principale si provvederà poi a completarla con i complementi di arredo e le piante. Queste ultime sono da considerarsi a tutti gli effetti soltanto come la ciliegina finale sulla torta.

Il suggerimento è quindi quello di evitare di correre alla ricerca del più vicino garden center per acquistare quante più piante possibile! E’ sempre meglio prendersi un po’ di tempo per studiare gli spazi e dimensionarli in base alle funzioni.

Coordina stili, colori e materiali:

Per una migliore riuscita dal punto di vista estetico è bene accordare le varie componenti secondo la destinazione. In un’area destinata al relax è preferibile impiegare colori pastello e tonalità rilassanti (bianco, rosa, lilla, blu o giallo molto chiaro). Al contrario per le attività ludiche dei bambini si potranno adoperare tinte più vivaci per attirare l’attenzione e stimolare il movimento.

I materiali da esterno (tende, cuscini e arredi in genere) dovranno avere colori in armonia con quelli degli elementi vegetali e dei materiali che costituiscono l’ossatura del giardino (patio, vialetti e strutture in muratura).

No Comments Yet.

leave a comment