Come Trasformare Il Tuo Giardino In Uno Sogno

5 Step per fare del tuo giardino uno spazio unico

Step Uno: Lasciati Ispirare

Moderno, giapponese, mediterraneo oppure all’inglese, tropicale, eco friendly e perfino desertico, sono solo alcuni degli stili in voga quest’anno per l’home decor di esterni. Infatti, il giardino, come ogni altra parte di casa nostra, necessita cura ed attenzione, ma soprattutto uno stile che racconti al meglio chi siamo e diventi parte integrante dell’ambiente interno.

Una volta scelto lo stile che preferiamo è il momento di passare all’azione: la prima variabile da tenere in considerazione è il suolo. Per capire quali piante saranno più adatte al suolo di cui disponiamo è essenziale capirne le qualità, ad esempio se il terreno è secco un’ottima soluzione potrebbero essere le piante perenni, oppure se è argilloso un bel pero o dei ranuncoli fanno proprio al caso vostro. Molta attenzione va dedicata in questo contesto all’irrigazione e ovviamente all’illuminazione – elementi da organizzare prima di qualsiasi scelta stilistica.

Step Due: Organizza Il Design

La conoscenza del suolo, come già accennato, è importantissima, dato che ci permette di scegliere le piante da utilizzare con maggior consapevolezza. Una volta determinato il tipo di terreno possiamo passare all’organizzazione del design complessivo del giardino, dividendo il lavoro in due momenti diversi, il primo dedicato ai complementi d’arredo materiali, come mobili  e vasi colorati oppure – se il vostro progetto lo richiedesse – interventi edili centro il secondo momento sarà dedicato alla tipologia di piante da inserire in giardino, scegliendo tra le più svariate tipologie reperibili sul mercato. Se si è alle prime armi è consigliabile optare per stili semplici ed eleganti, privilegiando poche piante e semplici da mantenere, giocando invece con fiori oppure sempreverdi.

Step Tre: Immagina

Soprattutto quando si tratta di decidere i complementi d’arredo la scelta può rivelarsi complessa e molto più lunga di quanto ci saremmo potuti immaginare, la soluzione per ovviare a questo inconveniente è ancora una volta l’organizzazione. Se non siamo completamente certi di quanto spazio dedicare alla vegetazione e quanto invece utilizzarne per zone relax o da condivisione, il primo passo è immaginare dove ed in quali occasioni i complementi che stiamo valutando di acquistare possono realmente essere utili, più li visualizzeremo più saremo in grado di capire se fanno realmente al caso nostro. Sia i complementi d’arredo sia le piante che andremo a scegliere devono essere funzionali al nostro uso abituale del giardino, permettendoci di mantenere un esterno di stile in linea alle nostre possibilità, soprattutto di tempo, visto che più elementi inseriamo più dovremo prendercene cura. Lo spazio non sarà mai una limitazione alla personalità che possiamo dare ai nostri esterni, piccolo o grande che sia, infatti, c’è sempre modo di trovare il giusto mix tra praticità e stile, per vivere nel nostro angolo green ogni giorno.

Step 4: E Ora, Enjoy!

Una volta scelto tutto quanto procederemo partendo dal terreno, che andrà preparato per l’arrivo delle piante, a seconda degli spazi dovremo scegliere che tipologia di erba preferire, tra le tante la Dichondra repens è una delle varianti che necessita meno manutenzione in assoluto. Una volta seminato il manto erboso sarà il momento di dedicarsi alla locazione delle piante, facendo ben attenzione a rispettare i volumi d’acqua e luce richiesti da ogni pianta per una crescita sana. Eseguiti questi primi (e lunghi) passaggi, siamo pronti per l’ultimo, ovvero piazzare i complementi d’arredo, ricreando ambienti unici quali sale da esterno oppure cucine vere e proprie – dimensioni permettendo – alla fine di questi passaggi avrete uno spazio unico e personalizzato, in cui esprimervi e godere di un piccolo paradiso privato con chi amiamo di più.

No Comments Yet.

leave a comment